Grassi  trans pericolosi

Grassi trans pericolosi

I consumatori consapevoli, cioè quelli di voi che conoscono la composizione del prodotto e leggono le informazioni sulla confezione, sono capitati sicuramente nella parola „grassi trans”. Presentiamo, cosa nasconde questo nome e cosa comporta il suo consumo.

Grasso buono, grasso cattivo

In una dieta umana normale il 25-30% della nostra energia estratta dal cibo dovrebbe provenire dai grassi. Importante come quantità è la qualità. I più sani e indicati sono gli acidi grassi monoinsaturi (che si trovano nelle noci, tra gli altri, e oli da essi derivati, olio di canola, avocado, olive) e acidi grassi polinsaturi ( si trovano nel pesce, noci, semi di girasole, oli vegetali , sesamo). Possiamo anche consumare grassi saturi (burro, formaggio, carne e prodotti di carne, latte intero, olio di cocco, olio di palma, pasticceria, grassi di cottura), ma devono essere fortemente ridotti.

Grassi trans - Informazioni di base

I grassi trans sono grassi vegetali che sono stati modificati a livello di molecole con l'aggiunta di idrogeno. In pratica questo significa che sono stati trattati. Ma un tale cambiamento comporta gravi conseguenze per il corretto funzionamento dell'organismo umano.

Attenzione! Dannoso!

I risultati di numerosi studi e pubblicazioni scientifiche parlano dei pericoli derivanti dai grassi trans . Ad esempio, i ricercatori della Harvard University hanno scoperto che anche una porzione di patatine fritte, cioè circa 7 grammi di grassi ingeriti ogni giorno aumenta il rischio di malattie cardiache del 50%. Numeri simili si riferiscono anche al rischio di sviluppare il diabete. Inoltre, sono condotte ricerche (come ad oggi) che confermano il rischio di sviluppare il cancro a causa del consumo di questo tipo di grasso. La francese Françoise Clavel-Chapelon dimostra che il rischio di cancro al seno nelle donne è quasi due volte più elevato se si mangiano grassi trans trasformati. I nutrizionisti di tutto il mondo raccomandano all'unanimità di mangiare alimenti contenenti grassi vegetali.

 

I grassi trans li troviamo nei seguenti prodotti:

  • alcuni grassi da frittura o da spalmare, margarina da cottura,

  • crackers, biscotti da tè, patatine, dolci con massa grassa,

  • alcuni cereali da colazione, muesli croccanti,

  • maionese,

  • panna per caffè in polvere,

  • prodotti cotti o fritti con olio più volte riscaldato ( patatine fritte, ciambelle, cartellate)