In cosa consiste lo screening?

In cosa consiste lo screening?

È noto che la condizione fondamentale per la prevenzione delle malattie è una profilassi adeguata, in cui importante è uno degli strumenti primari, il cosiddetto screening.

Lo screening è effettuato alle persone che ancora non presentano sintomi di una determinata malattia, ma è fatto per fare diagnosi precoce di una malattia, per essere trattata efficacemente, e quindi - per ridurre la morbilità, prevenire e ridurre gli effetti del tasso di mortalità. Tali studi sono eseguiti su tutta la popolazione, ad esempio i bambini di in un particolare gruppo di età, o un gruppo di persone che rappresentano le cosiddette donne ad alto rischio o di, per esempio cancro cervicale. È vero che lo screening consente la diagnosi iniziale, ma la diagnosi definitiva e sviluppare una strategia di trattamento richiede tutta una serie di ulteriori ricerche più dettagliate. Per questo motivo, si dovrebbe sempre tener conto della possibilità di un risultato errato dello screening, e di conseguenza lapossibile la diagnosi della malattia in un soggetto sano o peggio, dando un falso senso di sicurezza in una persona, che, tuttavia, è influenzata dalla malattia.

 

Lo screening viene fatto per una serie di malattie, in particolare nei pazienti ad alto rischio di cancro, cioè, tra l'altro, nelele donne di una certa età per il cancro al seno (mammografia) e cancro del collo dell'utero (citologia), e nel caso degli uomini per il cancro alla prostata (esame rettale digitale e un test di screening del sangue per i livelli di antigeni). Spesso, una colonscopia viene eseguita come un test per il cancro del colon-retto. Lo screening è obbligatorio per l'ipotiroidismo e la fenilchetonuria a cui possono essere soggetti i neonati. Per tutta esaminare la popolazione lo screening viene effettuato, ad esempio, ai bambini in età scolare per la presenza di problemi della vista e dell'udito , scoliosi o altre malattie.